Articoli

Asma 180x180 - Asma

Asma

L’ bronchiale è un’affezione respiratoria caratterizzata fondamentalmente da tre fattori: l’infiammazione cronica delle vie aeree, l’ostruzione bronchiale e la reattività esagerata del bronco ai diversi stimoli. È l’infiammazione che rende il bronco maggiormente eccitabile, e il bronco, a sua volta, scatena ricorrenti crisi respiratorie, caratterizzate da respiro sibilante, senso di costrizione toracica e tosse. Durante questi attacchi la funzionalità respiratoria viene compromessa (con esiti anche fatali, se non s’interviene in maniera adeguata). Di non ce n’è una sola. L’ bronchiale può costituire una risposta alterata del Sistema Immunitario che tende a produrre anti-corpi della classe E nei confronti di svariati allergeni ambientali (pollini, muffe, deiezioni di acari, peli di animali). Esiste anche un’ professionale dovuta all’esposizione a fumi, polveri e a sostanze irritanti sul posto di lavoro, in una larga fetta di popolazione non è possibile rintracciare alcuna pregressa sensibilizzazione allergica, nel qual caso i fattori chiamati in gioco sono le infezioni virali, l’intolleranza ai FANS (gli antinfiammatori non steroidei), responsabile di una sindrome chiamata “ da ”; anche lo sforzo può essere implicato nello scatenamento dell’ bronchiale e pure il reflusso gastroesofageo. Per effettuare un adeguato piano di controllo dell’ è importante che la malattia venga diagnosticata precocemente. L’iter diagnostico si avvale di diversi strumenti: la spirometria è un esame molto semplice e non invasivo che misura i volumi respiratori e la velocità dei flussi dell’aria, evidenziando in questo modo un eventuale quadro ostruttivo; il misuratore del Picco di Flusso Espiratorio (Peak FlowMeter) è invece un apparecchio che valuta il flusso d’aria che fuoriesce dai polmoni in seguito a un’espirazione for zata; infine, i test di stimolazione puntano a stimolare la comparsa del bronco-spasmo dopo l’inalazione di particolari agenti irritanti.

MEDICINA CONVENZIONALE
– Stile di vita
È importante identificare le cause dell’attacco asmatico e modificare lo stile di vita ove necessario. Ridurre i grassi animali e il burro nella dieta può aiutare. La pulizia degli ambienti con la rimozione della polvere e tecniche antistress possono ridurre la frequenza degli attacchi.

– Farmaci
Il tipo di farmaco usato negli adulti e nei bambini di età superiore a 5 anni dipende dalla severità dell’asma. Un farmaco beta agonista somministrato per via inalatoria è molto utile per un sollievo rapido, ma il beneficio dura poco tempo. In caso di asma persistente si ricorre a corticoste-
roidi a bassa dose per via inalatoria. Altri farmaci sono il sodio cromoglicato, un antagonista del recettore dei leucotrieni chiamato montelukast, ripratropium e la teofillina: per l’asma severa si usa una combinazione di questi farmaci. Un corticosteroide come il prednisone può essere necessario per brevi periodi.

Stato asmatico
Lo stato asmatico è una condizione molto severa, da trattarsi come vera e propria emergenza: non risponde alle solite terapie e richiede l’immediato ricovero in ospedale, con assistenza ventilatoria e somministrazione endovenosa di farmaci.


Quando il soggetto asmatico è già in con farmaci convenzionali, lo svezzamento dalla terapia deve essere molto prudente e graduale. I farmaci potranno essere ridotti in base al risultato ottenuto sotto attenta valutazione medica. Secondo l’approccio omeopatico l’asma è l’espressione di un particolare ‘terreno’ e si manifesta con episodi critici di broncospasmo. Vengono considerati solo alcuni dei medicinali omeopatici più spesso indicati per il dell’asma da un punto di vista sintomatico.
Antimonium tartaricum 5 CH per favorire le secrezioni; 30 CH per inibirle. Ipersecrezione della mucosa bronchiale con tosse inefficace e dispnea rumorosa. Rantoli grossolani da ristagno. Pallore, prostrazione, sonnolenza e cianosi. Antimonium tartaricum è indicato soprattutto nella bronchite asmatiforme.
Atalia racemosa 5 CH 5 granuli da assumere alle ore 18. Crisi d’asma che insorge dal momento in cui il paziente si corica. Arsenicum album 15 CH 5 granuli, prima di andare a letto e anche ogni mezz’ora durante la crisi. Crisi d’asma tra l’una e le tre del mattino. Alternanza di manifestazioni cutanee e mucose (orticaria, eczema, asma…). Alternanza di agitazione e prostrazione.
Kali carbonicum 15 CH 5 granuli, prima di andare a letto e anche ogni mezz’ora durante la crisi. Crisi d’asma tra le 2 e le 4 del mattino.
Miglioramento dopo l’espulsione di secrezioni come palline grigiastre. Il paziente trova sollievo stando seduto, piegato in avanti con i gomiti sulle ginocchia, nella caratteristica posizione definita del ‘samurai*.
Ipeca 5 CH 5 granuli, più volte al dì. Spasmo e ipersecrezione a livello delle mucose respiratorie e digestive. Tosse spasmodica con dispnea espiratoria, associata a nausea e vomito. Lingua pulita o con sottile patina. Rantoli fini disseminati. Aggravamento con il movimento.
Poumon-histamine 15 CH 5 granuli, anche ogni 10 minuti. È il medicinale omeopatico usato in maniera sistematica in caso di crisi d’asma. La frequenza della somministrazione va diradata in base al miglioramento.

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE
Secondo la Medicina tradizionale cinese l’asma a livello fisiologico è causata da un’anormale produzione di Flegma e quindi l’organo interessato è il Polmone e in particolare l’ostruzione al passaggio di aria mentre a livello organico i responsabili di questo disordine respirato-
rio sono, oltre al Polmone, la Milza e i Reni.
Il trattamento va incontro alle cause esogene cioè Vento freddo o Vento caldo ed endogene, quali i deficit di Qi di Milza, Polmone e Rene, quindi andare a disperdere il Vento freddo favorendo la ventilazione polmonare, disperdere il Calore purificando il Polmone, tonificare il Qi della
Milza, del Polmone e del Rene andando sintomaticamente sulla tosse, l’espettorato, l’affanno, l’astenia, la sudorazione e la dispnea.

– Agopuntura
Nel caso di asma da Vento freddo punti importanti sono:
FEI SHU (punto shu del dorso del Polmone, localizzato 1,5 cun a lato dell’aporìsi spinosa della III vertebra toracica) che tonifica e regola il
Polmone, regola il Qi, tonifica lo Yin e purifica il Calore;
FENG MEN (porta del Vento, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa della II vertebra toracica) che tonifica e stimola i Polmoni, regola il Qi, purifica il Calore ed espelle il Vento.
Per l’asma da Vento caldo:
DA ZHUI (grande vertebra, localizzato sotto il processo spinoso di C7) che tonifica e regola il Qi della Milza, purifica il Fuoco e tonifica Fegato e Polmoni.
In caso di deficit di Milza, Polmoni e Reni:
GAO HUANG (punto Shu dei centri vitali, localizzato 3 cun a lato dell’apofisi spinosa della IV vertebra toracica) che tonifica il Rene ed il Fegato, regola il Qi del Polmone e rinvigorisce lo Shen;
PI SHU (punto Shu del dorso della Milza, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa dell’XI vertebra toracica) che mobilizza il Qi della Milza, regola e favorisce le funzioni di assimilazione, dissolve l’Umidità e regola il Sangue;
ZU SAN LI (tre distanze del basso, localizzato sotto il bordo inferiore della rotula a lato della cresta tibiale anteriore) che regola e tonifica Stomaco e Milza, tonifica il Qi e il Sangue;
TAI XI (ruscello maggiore, localizzato fra l’apice del malleolo interno e il tendine di Achille, nel punto in cui si sente pulsare l’arteria tibiale posteriore) che tonifica e regola il Qi renale ed epatico e purifica il Calore.
Più punti del Sistema Auricolare del Simpatico, della Sottocorticale e dei Surreni.
Grande efficacia in associazione alla terapia con agopuntura è il trattamento di moxibustione che agisce come un ottimo broncodilatatore favorendo la capacità polmonare e rilassando la muscolatura bronchiale.
Si consiglia un ciclo di 10 terapie dopo di che è possibile ogni anno, prima dell’insorgenza delle patologie allergiche primaverili, fare un richiamo di 5 sedute fino alla risoluzione della sintomatologia.

– Fitoterapia cinese
Formula: SU ZI JIANG QI TANG
Fructus Perillae……………………..9g
Rizoma Pinelliae……………………..9g
Radix Angeicae Sinensis……………….6g
Radix Glycyrrhizae Uralensis…………..6g
Radix Peucedani………………………6g
Cortex Magnoliae……………………..6g
Cortex Cinnamomi……………………..3g
Rizoma Zingiberis Offìcinalis………….6g
Fructus Ziziphi Jujubae……………….3g
Posologia: Utilizzare come decotto, assumere 500 mi 20 giorni.


– Consigli dietetici
Alimenti consigliati Nei casi di asma allergica privilegiare il pesce pescato in mare, i cereali in chicchi e in fiocchi, i prodotti biologici a base di farine integrali o semintegrali lievitati naturalmente (evitare il lievito chimico), la frutta e la verdura biologica, la soia e i derivati (latte, tofu, yogurt e dessert).
Nell’asma cronica può essere utile aumentare il consumo degli alimenti ricchi di selenio, come aglio, cipolle, broccoli, cavoli, cetrioli, frutti di mare, funghi, germe di grano, cereali integrali, latte vaccino, fegato, pollo, tonno fresco, tuorlo d’uovo**.
Nei bambini, le cui crisi asmatiche sono indotte dall’attività fisica, per ridurre l’infiammazione bronchiale può essere utile aumentare il consumo di alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 come l’olio di lino spremuto a freddo, il salmone selvaggio, l’aringa, le sardine, le acciughe, lo sgombro e il merluzzo. I cibi piccanti come il peperoncino e lo zenzero fresco, consumati almeno tre volte alla settimana, possono aiutare la respirazione. Durante una crisi, nel paziente adulto, può essere d’aiuto assumere il caffè, (privilegiare la qualità Arabica biologica), in quanto la caffeina dilata i bronchi, migliorando la respirazione. È importante aumentare l’apporto quotidiano di liquidi sotto forma di acqua minerale naturale.

Alimenti da evitare Nei casi di asma allergica è consigliabile eliminare gli alimenti che potrebbero scatenare una crisi» come la carne, le uova, il latte e i latticini, la frutta secca e il cioccolato.
Evitare i prodotti addizionati con additiva, incluso il vino che può contenere il metabisolfito un conservante alimentare; i dadi da brodo e i piatti pronti in cui può essere presente il glutammato monosodico. Evitare frutta, verdura, legumi e cereali coltivati con i metodi tradizionali.

– Integrazione alimentare
Bioflavonoidi 50-100 mg distribuiti nel corso della giornata lontano dai pasti e dalle bevande contenenti caffeina;
Vitamina C 200 mg al giorno;
Beta-carotene aumentare l’apporto quotidiano di nespole, albicocche fresche, anguria, melone, frutti di bosco, fragole, papaia, mango, asparagi, broccoli, carote, cavolo, lattuga, indivia, spinaci, zucca gialla e patate dolci;
Vitamina E 10 mg al giorno;
Complesso B 25 mg al giorno;
Vitamina B6 1,5-2 mg al giorno;
Zinco 25 mg al giorno;
Rame 2 mg al giorno;
Selenio 80 mcg al giorno;
Manganese 5 mg al giorno;
Magnesio 350 mg al giorno;
Olio di pesce 8 capsule distribuite nella giornata;
Olio di fegato di merluzzo 2 capsule al giorno da 1000 mg;
Bioflavonoidi e vitamina C per tenere sotto controllo l’infiammazione e la produzione di muco bronchiale;
Vitamina E associata al beta-carotene protegge contro gli agenti inquinanti;
Complesso B per tenere sotto controllo la risposta allo stress che potrebbe scatenare una crisi d’asma;
Vitamina B6 nella prevenzione (se esiste una storia familiare di asma e/o di allergie) e per alleviare i sintomi;
Magnesio la carenza può essere una delle cause della malattia asmatica
Olio di pesce aiuta a ridurre la frequenza delle crisi;
Olio di fegato di merluzzo per ridurre l’infiammazione bronchiale.
” Proveniente da animali allevati all’aperto e alimentati con foraggio biologico privo di antibiotici e ormoni. “Di galline allevate all’aperto e alimentate con mangimi biologici. Queste sostanze possono attivare gli allergeni e scatenare una crisi d’asma.

FITOTERAPIA
Un classico rimedio fitoterapia) contro l’asma, di un passato neppure tanto lontano, erano le sigarette alla Salvia, alle cui foglie venivano associate foglie di Stramonio, che contiene alcaloidi di tipo atropinico, che si comportano come veri e propri farmaci anticolinergici.
Altra pianta medicinale, capostipite degli attuali farmaci simpaticomimetici è l’Efedra, ancora oggi utilizzata sotto forma di decotto nella medicina tradizionale cinese.e sostituita dai moderni spray o aerosol nella medicina occidentale. Si trattava comunque di farmaci o rimedi popolari da usare negli attacchi di asma. Altra categoria di farmaci antiasmatici di origine vegetale è l’aminofillina, molecola ottenuta a partire dalla teofillina, estratta dal cacao, ma presente anche in altre piante quali tè e caffè.
La moderna fitoterapia nei casi di asma di origine allergica ci consente di fare una adeguata prevenzione, con estratti di piante ad attività antiallergica. Forse la più nota è il Ribes (Ribes Nigrum). Si tratta di una pianta preziosa per molti aspetti, di cui tuttavia nell’uso popolare si usano impropriamente dei macerati glicerici ottenuti a partire dalle gemme, mentre la moderna ricerca ha dimostrato che le sostanze utili si trovano in realtà nell’olio estratto a freddo dai semi, proprio perché ricco in acidi grassi polinsaturi, similmente all’olio estratto dai semi della Perilla (Penila frutescens)y pianta di origine giapponese. Questi oli diventano spesso il rimedio di base da assumere per molti mesi a scopo preventivo, al quale possono aggiungersi altre piante in base alle necessità del singolo caso clinico.

Boswellia serrata I triterpeni bloccano la sintesi dei leucotrieni. Ginkgo biloba I ginkgolidi inibiscono Fazione del PAF (fattore scatenante l’attacco).Adatoda vasica Gli alcaloidi e altre sostanze di questa pianta indiana presentando una interessante attività broncodilatatrice. La posologia deve essere prescritta dal medico curante.
Si tratta di piante medicinali di origine orientale, ma oggi facilmente reperibili anche sul mercato farmaceutico occidentale, e già studiate scientificamente anche con risultati molto promettenti.
Gli oli essenziali invece di Pino e di Eucalipto, tra l’altro presenti anche in Farmacopea, sono ricchi in terpeni che penetrano rapidamente nell’organismo, e vengono espulsi dall’apparato respiratorio, dove riescono a fluidificare le secrezioni catarrali croniche.

Originally posted 2014-10-08 14:19:53.