Articoli

Infertilità 180x180 - Infertilità

Infertilità

L’ è considerata dall’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) una patologia: s’intende l’assenza di concepimento dopo 12/24 mesi di rapporti regolari non protetti. Dal punto di vista biologico, l’età limite ai tini di un concepimento ottimale è 35 anni per lei e 40 per lui. Non che oltre questa soglia non si possano avere figli, anche naturalmente, ma si riducono drasticamente sia le probabilità di concepire, sia di mettere al mondo un bambino sano e aumentano gli aborti: il rischio di abortire spontaneamente risulta essere pari al 10% circa per le donne d’età inferiore ai 30 anni, al 18% nella fascia fra i 30 e i 39 anni, al 34% per le donne intorno ai 40 anni. A tuttciò vanno aggiunte altre cause: passate interruzioni di gravidanza, endometriosi e infezioni genitali, specialmente quelle da Chlamydio. Questa, in particolare, costituisce la malattia infettiva più diffusa al mondo: è del tutto asintomatica e colpisce soprattutto donne molto giovani sessualmente attive (dai 15 ai 21 anni). L’assenza di sintomi fa si che le adolescenti possano non accorgersi dell’infezione da Chlomydio anche per 10 o 15 anni, lasciando tutto il tempo al microrganismo di colpire le tube uterine causando sterilità. Anche la sindrome dell’ovaio policistico rappresenta una comune causa d’ nella donna. E cosi il peso corporeo (sia l’obesità, sia l’eccessiva magrezza): ciò significa che nella maggior parte dei casi se il peso-forma torna normale, anche la fertilità viene recuperata. Molti studi scientifici dimostrano che il fumo provoca nella donna per un danno tossico diretto sull’o-
vaio (le fumatrici hanno anche minore probabilità di successo nella fecondazione assistita). Sul fronte maschile, i “tarli” che intaccano la fertilità sono: l’inquinamento (il cronico consumo di carne che contengono estrogeni può produrre ipofertilità); le abitudini sedentarie: lo starsene gran parte della
giornata seduti, in macchina o al lavoro, espone i testicoli a temperature elevate. Non a caso le gonadi maschili sono accolte nello scroto, che provvede a mantenere la loro temperatura più bassa di quella del corpo.


Alcuni test di laboratorio servono per valutare i livelli ormonali ed eventualmente identificare una causa per il difficile concepimento. Un’ecografia degli organi pelvici fa parte degli esami preliminari.

Clomid
Se l’ovulazione è irregolare o inesistente il trattamento con clomid può indurla: si assume per 5 giorni, iniziando dal terzo giorno di mestruazione. Gli effetti collaterali sono vampate di calore, instabilità emotiva, mal di testa e disturbi del sonno. Se il clomid non funziona si possono usare le gonadotropine. Se la gravidanza non si verifica dopo tre mesi di trattamento è utile chiedere una consulenza endocrinologica.

Fecondazione in vitro
Si ottiene l’ovulo dalla donna e si feconda con gli spermatozoi dell’uomo; l’ovulo fecondato viene mantenuto in coltura per 3/5 giorni e reintrodotto nell’utero. La percentuale di successo è del 30/50%.

OMEOPATIA
L’omeopatia contribuisce a trattare il problema dell’infertilità su base funzionale, sia maschile che femminile, mediante il ricorso a rimedi che agiscono sulla sensibilità e sul terreno individuale. Vengono indicati l’infertilità.

Infertilità maschile
Orchitinum 4 CH una fiala 3 volte alla settimana, diradando in base alla risposta ottenuta. Si tratta di un preparato organoterapico ottenuto da testicoli di origine suina. L’organoterapia diluita e dinamizzata è una bioterapia che tratta l’organo o il tessuto malato mediante la somministrazione di organi o tessuti omologhi diluiti e dinamizzati. La somministrazione viene effettuata mediante ampolle bevibili per assorbimento
Perlinguale o mediante supposte. In generale si ritiene che l’organo sano somministrato agisca su quello malato normalizzandone l’attività. Orchitinum 4 CH favorisce la secrezione testicolare di testosterone.
Lycopodium clavatum 30 CH una monodose alla settimana. È uno dei rimedi omeopatici di fondo più frequentemente indicati in quanto presenta le caratteristiche che corrispondono alle manifestazioni proprie dell’andropausa. Lycopodium è indicato, in particolare, in persone dall’aspetto precocemente invecchiato, di intelligenza vivace ma con scarsa fiducia in se stesse, suscettibili, autoritarie, talvolta colleriche.
Dal punto di vista sessuale possono essere giovani adulti con riduzione dell’attività sessuale abituale, conseguente ad abusi sessuali o anziani con problemi di impotenza malgrado desiderio intenso con erezione.

Infertilità femminile
Sepia 9 CH o 15 CH, 5 granuli una volta al dì. Il rimedio omeopatico è ricavato dall’inchiostro escreto dalla seppia. È indicato soprattutto in donne magre e brune con disturbi a livello epatico, genitale e urinario (prolasso, perdite, infezioni, incontinenza). Caratteristica è l’irascibilità, il pessimismo, la tendenza all’isolamento, fino all’indifferenza per tutto e per tutti. È uno dei rimedi più frequentemente indicati nella infertilità femminile.

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE
La Medicina tradizionale cinese distingue questo disturbo dal punto di vista femminile e maschile e in particolare può riguardare nella donna un deficit di Yang del Rene, una stasi di Qi di Xue, mentre nell’uomo può dipendere da un deficit di Jing e di Yang di Rene, un deficit di
Qi di Xue oppure una stasi di Qi di Xue.
La terapia nella donna è mirata a regolarizzare il ciclo mestruale ed a favorire Tannidamento embrionale, mentre nell’uomo è mirata a migliorare la produzione di sperma, aumentandone volume, motilità e quantità di spermatozoi “sani”

Agopuntura
Nel caso di infertilità nella donna punti importanti sono:
CI LIAO (secondo forame, localizzato accanto alla II vertebra sacrale) che dissolve l’Umidità-Calore dal Riscaldatore Inferiore;
GUAN YUAN (barriera dell’essenza vitale, localizzato 3 cun sotto l’ombelico) che tonifica il Qi renale, regola il Qi e favorisce la discesa dello Qi renale, regola il Qi e favorisce la discesa dello Yang;
MING MEN (porta della vita, localizzato sotto il processo spinoso di L2) che nutre il Sangue, tonifica i Reni, il Fegato, espelle il Vento e stimola la discesa del Qi;
SAN YIN JIAO (riunione dei tre Yin, localizzato 3 cun sopra l’apice del malleolo interno, dietro il bordo posteriore della tibia) che tonifica i Reni;
SHEN SHU (punto Shu del dorso del Rene, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa della II vertebra lombare) che regola e tonifica il Rene;
ZHI BIAN (margine inferiore, localizzato a livello del IV forame sacrale) che regola l’Umidità e tonifica le condizioni di Calore-Vuoto nel Riscaldatore Inferiore;
GE SHU (punto Shu del dorso del Diaframma, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa della VII vertebra toracica) che regola il Sangue, rimuove le ostruzioni e tonifica le condizioni di Vuoto;
TAI XI (ruscello maggiore, localizzato fra l’apice del malleolo interno e il tendine di Achille, nel punto in cui si sente pulsare l’arteria tibiale posteriore) che tonifica e regola il Qi renale ed epatico e purifica il Calore.
Nell’uomo invece, si possono combinare punti quali:
GUAN YUAN;
QI HAI (mare del Qi, localizzato 1,5 cun sotto l’ombelico) che tonifica e regola i Reni e stimola la discesa dello Yang;
SAN YIN JIAO;
SHEN SHU;
TAI XI;
ZHI BIAN;
ZU SAN LI (tre distanze del basso, localizzato sotto il bordo inferiore della rotula a lato della cresta tibiale anteriore) che regola e tonifica Stomaco e Milza, tonifica il Qi e il Sangue;
PI SHU (punto Shu del dorso della Milza, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa dell’XI vertebra toracica) che mobilizza il Qi della Milza, regola e favorisce le funzioni di assimilazione, dissolve l’Umidità e regola il Sangue;
WEI SHU (punto Shu del dorso dello Stomaco, localizzato 1,5 cun a lato dell’apofisi spinosa della XII vertebra toracica) che tonifica e regola lo Stomaco e dissolve l’Umidità.
Mentre per l’infertilità da stasi di Qi di Xue nell’uomo punti importanti da combinare sono:
GESHU;
SHEN SHU;
TAI CHONG (grande assalto, localizzato sul dorso del piede, nella depressione distale all’articolazione fra il I e il II metatarso) che tonifica e regola il Fegato e la Vescicola Biliare, regola e raffredda il Sangue.
L’ideale è effettuare il trattamento terapeutico in contemporanea al partner, in modo da riequilibrare e potenziare l’organismo di entrambi.
Si prevede un ciclo di 10 applicazioni da effettuare almeno 2 volte alla settimana.

cinese
Formula: YOU GUI WAN
Radix Rehmaniae Preparatae…………..24g
Rhizoma Dioscoreae………………….12g
Fructus Corni……………………….9g
Fructus Lycii……………………….9g
Semen Cuscutae……………………..12g
Cortex Eucomniae……………………12g
Cortex Cinnamomi…………………….6g
Radix Angelicae Sinensis……………..9g
Radix Aconiti Lateralis………………6g
Posologia: 2 g al dì sottoforma di capsule o polvere per 20 giorni.


Consigli dietetici

Alimenti consigliati Privilegiare gli alimenti a elevato apporto di vitamina B6, beta-carotene e vitamina E, come carne di pollo, tacchino e coniglio, fagioli, banane, formaggi freschi, uova, cereali integrali, ortaggi a foglia verde (come lattuga, cavolo, spinaci, bietole, prezzemolo, basilico), zucca gialla, carote, peperoni, pomodori, melone, albicocche, pesche gialle, fragole, ciliegie, frutti di bosco, papaia, mango e avocado, olio extravergine d’oliva e di girasole (spremuti a freddo e consumati preferibilmente a crudo).
Aumentare il consumo quotidiano dei cibi ricchi di vitamina C, come agrumi, kiwi, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavoli, crescione, fragole, rosa canina (il frutto), mango, papaia, patate, pepe verde, pomodori, ribes nero, spinaci.
Dare la preferenza ai prodotti biologici, al pesce pescato in mare, al latte (e derivati), alle uova e alle carni provenienti da animali allevati all’aperto, non sottospoti a terapie ormonali e/o antibiotiche e alimentati con mangimi biologici.
Alimenti da evitare Eliminare per almeno tre mesi i cibi a base di farine raffinate, lo zucchero (saccarosio) e gli alimenti che lo contengono.
Evitare le bevande contenenti caffeina, gli alcolici (escluso il vino rosso prodotto artigianalmente – 1 bicchiere al giorno per gli uomini; mezzo bicchiere al giorno per le donne), i prodotti industriali addizionati con additivi e/o contenenti acidi grassi trans.

Integrazione alimentare
Complesso B 25 mg al giorno, in un’unica somministrazione al mattino, prima di colazione;
Vitamina Bl 1-1,5 mg al giorno;
Vitamina C 200 mg al giorno;
Rame 2 mg al giorno;
Selenio 80 mcg al giorno;
Zinco 20-25 mg al giorno in un’unica somministrazione al mattino
prima di colazione (lontano dalla vitamina C che ne ostacola l’assorbimento);
Coenzima Q10 30 mg al giorno;
Licopene22 mg/die (250 mi di salsa di pomodoro in scatola ne contiene 37 mg).

FITOTERAPIA
Grazie alla sua azione a livello ormonale, può essere somministrata (alle donne dopo i 18 anni) la Salvia officinalis (Salvia), sotto forma di estratto fluido (dalle foglie prima della fioritura), nella dose di 20 gocce due/tre volte al giorno, lontano dai pasti, privilegiando la mattina a digiuno, circa 20 minuti prima di colazione.
Nei casi in cui è il paziente si presenta ansioso può essere utilizzata l’Escholtzia californica (parte aerea fiorita) sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce due volte al giorno, lontano dai pasti, privilegiando le ore 18.00 e la sera, circa un’ora prima del riposo notturno.
Per il suo contenuto di aminoacidi (come tiroxina, alanina, valina, triptofano, fenilalanina ecc.), sali minerali (quali ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio, rame, cobalto, molibdeno ecc.), vitamine (del gruppo B, beta-carotene, C, D, E), isoflavoni, enzimi digestivi, clorofilla, lipidi e glucidi, può essere utilizzato l’estratto fluido di Medicago sativa (Alfalfa), nella dose di 20 gocce, diluite in poca acqua, privilegiando la via sublinguale. Il trattamento può essere assunto per tre mesi ed eventualmente effettuato a cicli con un periodo di circa 15-20 giorni di sospensione.
È consigliabile associare YAvena sativa (parte aerea e cariossidi germinati/semi) sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce, tre volte al giorno, lontano dai pasti. Grazie alla presenza di flavonoidi, sali minerali, vitamine, glucidi, saponine e alcaloidi, può potenziare l’azione dell’Alfalfa, migliorando le condizioni psico-fisiche del paziente.
Nei casi in cui è presente un processo infiammatorio a livello dell’apparato genitale, che rappresenta la causa principale dell’infertilità, può essere usato il Ribes Nigrum, ricco di antocianosidi e flavonoidi. Per potenziarne l’azione può essere associato alla Rosa canina 1 DH Gemme, in un’unica somministrazione di 50 gocce al giorno.

Originally posted 2014-10-15 11:17:29.