Articoli

mal di gola 180x180 - Mal di gola

Mal di gola

È l’infiammazione della mucosa della faringe, dovuta sia all’azione di fattori irritanti, sia all’intervento di virus (come i rinovirus e gli agenti virali dell’influenza) e batteri (in particolare, lo Streptococco beta-emolitico di gruppo A). Fondamentalmente si distingue una faringite acuta e una forma cronica.
Nella prima i sintomi fan parte del quadro delle malattie generiche delle prime vie respiratorie (come il raffreddore, per esempio) e sono rappresentati dalla difficoltà nel deglutire e dall’arrossamento locale della mucosa (eventualmente abbinato alla presenza di tonsille tumefatte e arrossate); talvolta si presenta con le ghiandole del collo ingrossate e anche con dolore all’orecchio. Spesso è presente la febbre. La faringite cronica è invece una forma a lungo decorso, che può essere dovuta al transito delle secrezioni muco-purulente dal naso, alla permanenza prolungata negli ambienti di casa e di lavoro con un clima secco, surriscaldato o caratterizzato dalla presenza di polveri e vapori, nonché all’ostruzione respiratoria nasale. Quest’ultima condizione fa si che l’aria venga continuamente inalata attraverso la bocca: in tal caso viene a mancare l’effetto filtrante, umidificante e riscaldante attuato sull’aria dalle strutture nasali. I pazienti affetti da faringite cronica lamentano sintomi fastidiosi: secchezza della bocca soprattutto al mattino, dolore alla deglutizione, tosse e solleticamento alla gola.

CONTAGIO
L’infezione si trasmette abitualmente per contatto diretto attraverso le secrezioni nasali e bronchiali. Anche le mani, contaminate dai liquidi infetti e involontariamente portate agli occhi e alla bocca, costituiscono un veicolo importante di trasmissione degli agenti infettivi.

Il può essere provocato da un’infezione batterica oppure virale, da un insulto chimico o da un effetto collaterale di farmaci: in medicina si definisce “faringite”
Infezioni virali
Acetaminofene e ibuprofene alleviano il dolore. Anche i gargarismi con acqua salata (un cucchiaio da tavola di sale in due tazze di acqua) possono aiutare. Mangiare frutta fresca a bassa temperatura può dare una sensazione di sollievo.
Infezioni batteriche
Il batterio più comunemente coinvolto nella faringite è lo Streptococco A, che va curato con antibiotici: un ciclo di antibiotici andrebbe iniziato dopo un tampone colturale. Se un paziente ha una storia di malattia reumatica cardiaca, il trattamento va iniziato subito dopo la visita medica. In pazienti allergici alla penicillina si usa Teritromicina: in alcuni casi i batteri sono resistenti a entrambi gli antibiotici, quindi si usa un farmaco alternativo come la claritromicina.
Altre cause di mal di gola
Micosi, herpes, difterite, gonorrea, sifilide, tubercolosi e clamidia possono provocare mal di gola. II trattamento in questi casi è specifico per la malattia di base.

Si ritiene che 1*80% delle forme di faringite acuta rispondano alla somministrazione di Belladonna e Mercuria solubilis. In tutti i casi di mal di gola al trattamento generale si consiglia di associare gargarismi con
Calendula e Phytolacca. Nel mal di gola associato a febbre, a reazione dei linfonodi regionali o con carattere recidivante è necessaria la valutazione medica.
Prevenzione
Anas barbariae 200 K una dose unica, una volta alla settimana o ogni due settimane nella stagione fredda e una dose ogni 6 ore ai primi sintomi. È il bioterapico adatto per prevenire le faringiti.
Faringotonsillite ‘rossa’
Apis 9CH5 granuli, anche ogni ora. Tumefazione rosata della gola e gl’ugola che pende come una piccola vescica piena d’acqua. Dolori brucianti migliorati con le bevande fredde o succhiando ghiaccio.
Argentimi nitricutn 7CH 5 granuli 3-4 volte al dì. Il nitrato di argento è il medicinale omeopatico adatto alle forme di faringite con la caratteristica impressione di avere una scheggia conficcata a livello della gola.
Belladonna 7 CH 5 granuli, ogni 2 ore. Arrossamento della gola.
Senso di costrizione dolorosa al collo. Talvolta febbre elevata, congestione del volto e sudorazione abbondante.
Ferrum phosphoricum 7 CH 5 granuli 3 volte al dì. È il rimedio della rinofaringite accompagnata da febbre poco elevata e stanchezza, secchezza laringotracheale e dolore che si irradia all’orecchio.
Phytolacca 7 CH 5 granuli, ogni 2 ore. Arrossamento cupo e secchezza della gola con aumento di volume delle tonsille e dolore nella deglutizione che si irradia dalla base della lingua verso le orecchie.
Faringotonsilite ‘bianca’
Mercurius solubilis 7 CH 5 granuli, ogni 2 ore. Arrossamento della gola e delle tonsille con piccoli punti bianchi. Alito fetido. Dolore irradiato all’orecchio. Ingrossamento dei linfonodi del collo.
Trattamento locale
Calendula officinalis – Phytolacca Eseguire gargarismi con 20 gocce di ciascuna delle due Tinture Madri, in mezzo bicchiere d’acqua tiepida, bollita in precedenza, per ottenere un effetto antalgico e antisettico.

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

La Medicina tradizionale cinese tratta questo disturbo curando l’infiammazione causata da agenti patogeni esterni e disperdendo gli agenti stessi, oltre ai sintomi associati che si possono presentare quali tosse, cefalea, difficoltà a deglutire ed edema.
Le cause principali possono essere il Vento caldo, il Fuoco di Polmone e Stomaco e un deficit di Yin.
Nel caso di mal di gola da Vento caldo punti importanti possono essere:
FENG MEN;
HE GU;
LIAN QUAN;
SHANG YANG;
TI AN TU.

Nel caso di mal di gola da Fuoco di Polmone e Stomaco punti importanti sono:
DAZ HUI;
LIAN QUAN;
SHANG YANG;
SHAO SHANG.
Mentre nel caso di deficit di Yin, per tonificare lo stesso si possono usare i punti:
FU TU;
SAN YIN JIAO;
TAI XI;
HEGU.
Oltre ai punti del Sistema Auricolare quali Laringe, Naso interno e Polmoni.
Possono essere sufficienti 5/6 sedute per arrivare alla guarigione di questo disturbo, è consigliabile effettuare le sedute consecutivamente.
cinese
Formula: XIGUA SHUANG PIAN
Citrulli Vulgaris …………………….6 g
Flos Pruni Mume…………………….2 g
Herba Menta……………………….2g
Posologia: Tavolette da 1 g, 1 tavoletta per 4-6 volte al dì da sciogliere in bocca.

Consigli dietetici
Alimenti consigliati Aumentare l’apporto quotidiano di acqua minerale naturale, utilizzandola anche per cucinare e/o per preparare tè verde, infusi e decotti (da sorseggiare a temperatura ambiente nel corso della giornata per alleviare l’irritazione).
Nella fase acuta può essere utile assumere (ogni tre/quattro ore) frullati e/o centrifugati a base di frutta e verdura fresche, biologiche e di stagione con aggiunta di latte di riso addizionato con calcio, oppure di yogurt naturale e/o kefir e miele vergine integrale di produzione italiana.
Incrementare il consumo dei cibi ricchi di vitamina C quali agrumi, kiwi, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavoli, crescione, fragole, rosa canina (il frutto), mango, papaia, patate, pepe verde, pomodori, ribes nero, spinaci.
Si consiglia di integrare la dieta abituale con broccoli, fragole, pomodori peperoni, verdure a foglia verde, carote, zucca, melone, fragole, frutti di bosco, mango, papaia, albicocche, cereali integrali in chicchi e in fiocchi fegato di manzo, legumi (soprattutto lenticchie), latticini “magri” (in particolare latte fermentato, crescenza, ricotta, fiocchi di latte), pesce pescato in mare, uova biologiche, germe di grano e lievito di birra.
Alimenti da evitare Nella fase acuta evitare i cibi eccessivamente caldi e assumere bevande fredde e minestre tiepide per dare sollievo all’irritazione della gola.
Limitare lo zucchero e i prodotti a base di farine raffinate.
Eliminare la carne e il pesce di allevamento, le bevande contenenti caffeina, gli alcolici, i prodotti industriali addizionati con additivi e/o contenenti acidi grassi trans.
Integrazione alimentare
Complesso B 25 mg al giorno;
Bioflavonoidi 50-100 mg distribuiti nel corso della giornata lontano dai pasti e da bevande contenenti caffeina;
Vitamina C 200 mg al giorno;
Vitamina E 10 mg al giorno;
Zinco 20-25 mg al giorno in un’unica somministrazione al mattino prima di colazione (lontano dalla vitamina C che ne ostacola l’assorbimento);
Rame 2 mg al giorno;
Enzimiproteolitici 2 compresse al giorno lontano dai pasti;
Fermenti lattici vivi a elevata concentrazione di Lactobacillus acidophilus (dare la preferenza ai prodotti con un totale di 10 miliardi di cellule vive per opercolo): 2 opercoli al giorno lontano dai pasti.

FITOTERAPIA

Nella fase acuta può essere utile effettuare sciacqui e gargarismi con l’infuso a base di Issopo (grazie ai flavonoidi aiuta ad alleviare i sintomi) preparato con 2 cucchiai di foglie e fiori in 500 mi di acqua minerale naturale.
Nelle forme virali può essere somministrato l’estratto di Andrographispanicolata (generalmente estratto dalle foglie e dalla Parte aerea), nella dose di 6 g al giorno in un’unica somministrazione la mattina a digiuno, circa 30 minuti prima di colazione. Si consiglia di proseguire la terapia fino alla scomparsa dei sintomi. È controindicata in gravidanza. È importante tenere presente che non si devono superare le dosi consigliate, per evitare lo sviluppo di disturbi gastrici, come nausea e vomito.
Per stimolare le difese immunitarie è consigliabile assumere il Geraniutn sanguineum (o Sanguinaria), sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti.
Per le sue proprietà balsamiche e anticatarrali può essere utilizzato l’estratto fluido di Pinus Sylvestris (Pino silvestre), nella dose di 20 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti. Nei bambini al di sotto dei 6 anni d’età è consigliabile usare il preparato per aerosol, nella dose di 20 gocce, privilegiando la mattina e la sera, poco prima del riposo notturno.
Per potenziarne l’azione può essere associata la Rosa canina 1 DH Gemme, in un’unica somministrazione di 50 gocce al giorno.
Come antisettico può essere somministrato il Timo (Thymus vulgaris), sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti. Il preparato può presentare effetti collaterali, come coliche addominali e lipotimie. È controindicato nei pazienti affetti da scompenso cardiaco e da colite.

Originally posted 2014-10-14 09:11:35.