Articoli

Tabagismo 180x180 - Tabagismo

Tabagismo

Estato calcolato che il 25-30% di tutti i tumori nei Paesi industrializzati è legato a doppio filo con il consumo di tabacco. Non si sta parlando dei soli polmoni: le stime dicono che l’incidenza dei carcinomi all’esofago, alla laringe e alla bocca è attribuibile al consumo di tabacco (da solo o con l’alcol) per il 40-60%. E non solo: la maggior parte dei casi di carcinoma al pancreas e alla vescica, nonché una piccola percentuale delle leucemie mieloidi, dei carcinomi del fegato, dello stomaco, del collo dell’utero e delle cavità nasali è pure riconducibile alla sigaretta. Il fumo, poi, incrementa l’impatto delle malattie cerebrovascolari e la diffusione delle affezioni respiratorie croniche, minaccia la fertilità maschile e anticipa l’epoca della menopausa. La dipendenza dal fumo di tabacco è una malattia. Parola dell’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che non ha esitato a etichettare il una condizione patologica tout court. È la nicotina il componente che instaura la tabacco-dipendenza. In altri termini, è una droga, che va ad agire sugli stessi bersagli nervosi stimolati dalla cocaina e dall’eroina. Ed è la nicotina che incolla le labbra alla sigaretta, portando di conseguenza la persona a inalare una complessa massa di composti tossici: più di 4000 sostanze diverse, tra le quali spiccano, per la loro pericolosità, il monossido di carbonio (composto che sottrae ossigeno ai globuli rossi), una varia quota di irritanti (che vanno a ledere le mucose respiratorie) e molte sostanze cancerogene (temibili sono gli idrocarburi aromatici policiclici e le nitrosammine, che rappresentano i principali costituenti del catrame). La nicotina, proprio come una sostanza stupefacente, finisce per scatenare un complesso di disturbi nel momento in cui la persona cerca di tagliare i ponti con la sigaretta.

DA SAPERE
Il “fumo passivo” è particolarmente pericoloso per i bambini: fumare durante la gravidanza aumenta il rischio di mortalità fetale, riduce il peso alla nascita, e ostacola il normale sviluppo psico-fisico. Le sigarette fumate dai genitori, dopo la nascita del piccolo, aumentano il rischio di infezioni respiratorie, grave patologia asmatica e morte improvvisa.

Il tabagismo è una dipendenza con profonde implicazioni psicologiche: qualsiasi tentativo di smettere di fugare dovrebbe prevedere un adeguato supporto psicologico. Esistono farmaci e presidi terapeutici in grado di ridurre i sintomi da dipendenza da nicotina, ma bisogna tenere presente che nella dipendenza dal fumo entrano anche fattori come la “dipendenza dal gesto” l’abitudine, e le altre sostanze presenti nel tabacco e nelle sigarette (non solo la nicotina). Lautoprescrizione non è utile e ha una percentuale di successo bassissima: per smettere di fumare è necessario consultare il medico e seguire attentamente le indicazioni.

Il omeopatico può essere integrato ad altre metodiche messe in atto per vincere la condizione di dipendenza (agopuntura, auricolopuntura, ipnosi, psicoterapia) e facilitare la disassuefazione nei confronti del fumo di sigaretta.
Caladium seguinum 9 CH 5 granuli, 3 volte al dì. Provoca disgusto per il tabacco e riduce gli effetti dell’abuso prolungato. Si tratta di una pianta della famiglia delle Aracnee che cresce spontanea nelle Antille. È il preparato indicato per i disturbi su base neurovegetativa che si manifestano durante la disintossicazione da fumo di sigaretta.
Ignatia amara 15 CH 5 granuli, una volta al dì. È il rimedio adatto per contenere l’eccesso di appetito.
Isoterapico 9 CH 5 granuli, 3 volte al dì. Questo preparato è ottenuto a partire dalla sigaretta con la carta e il filtro, oppure dal sigaro o tabacco utilizzato abitualmente. Dopo l’assunzione dei granuli si noterà una riduzione del desiderio di fumare. Gli isoterapici sono preparazioni ottenute a partire dalla sostanza ritenuta responsabile della malattia o del disturbo che si vuole curare, utilizzando la tecnica delle diluizioni omeopatiche. Come si può rilevare i prodotti isoterapici si basano sul principio di identità che è diverso da quello di similitudine che sta alla base dell’omeopatia.
Nux vomica 15 CH 5 granuli, 1 -3 volte al dì (dopo trattamento antifumo con auricolopuntura). Controlla ipereccitabilità, nervosismo, cattivo umore, crisi di collera e bulimia in chi sospende il fumo.

Staphysagria 15 CH 5 granuli, una volta al dì. Senso di frustrazione in chi ha smesso di fumare.
Tabacum 15 CH 5 granuli, una volta al dì. È il medicinale omeopatico indicato per facilitare il processo di disintossicazione nei confronti del fumo di sigaretta. 11 trattamento va prolungato per almeno un mese continuativo.
Thuya occidentalis 30 CH un tubo, dose alla settimana, per contrastare la tendenza al sovrappeso, alla cellulite, alle variazioni delPumore, alla depressione.

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

La Medicina tradizionale cinese tratta questo tipo di disturbo agendo sia sulla dipendenza, sia sull’astinenza.
È un tipo di trattamento clic necessita della collaborazione del paziente.
È anche importante che la diminuzione delle sigarette sia graduale e costante.
Vengono controllati anche i sintomi associati quali ansia, astenia, tosse e fame nervosa.
L’assuefazione all’alcaloide nicotina comporta l’inibizione della produzione di Leuchina-encefalina, un oppioide endogeno.
Lo scopo della terapia è la riattivazione di questo oppioide contemporaneamente all’eliminazione della nicotina in modo che l’organismo non subisca scompensi.
Punti importanti per la terapia sono:
CHIZE;
FENG LONG;
HEGU;
SHENMEN;
NEI GUAN;
PI SHU;
ZUSAN LI;
TAN ZHONG;
LIEQUE;
TIAN TU.
Si consiglia un ciclo di 10 applicazioni da effettuare almeno 2 volte alla settimana con una graduale eliminazione delle sigarette da parte del paziente.

Consigli dietetici
Alimenti consigliati Incrementare l’apporto dei polifenoli che si trovano nella frutta e nella verdura fresche, nel tè verde, nel vino rosso (un bicchiere al giorno per gli uomini, mezzo bicchiere per le donne) e nell’olio extravergine d’oliva.
Aumentare il consumo di alimenti ricchi di beta-carotene (nespole, albicocche, anguria, melone, frutti di bosco, fragole, papaia, mango, asparagi, broccoli, carote, cavolo, lattuga, indivia, spinaci, zucca gialla e patate dolci americane), vitamina C (agrumi,kiwi, broccoli, cavolini di Bruxelles,cavoli, crescione, fragole, rosa canina, mango, papaia, patate, pepe verde, pomodori, ribes nero, spinaci) e acido folico (sotto forma di legumi, orzo, riso, arance, pomodori, asparagi, finocchi, spinaci, lattuga, indivia, prezzemolo, cavoli, cavolini di Bruxelles, germe di grano, soia e derivati) privilegiando le cotture al vapore e al cartoccio per diminuire le perdite. Integrare la dieta con sostanze antiossidanti, privilegiando frutta e verdura fresche e
biologiche, noci e semi oleosi, olio di lino e di noci spremuto a freddo, frutta secca e semi oleosi, salsa e polpa di pomodoro in scatola, centrifugati di carote, sedano e ortaggi a foglia verde scuro e succo puro di mirtillo.
Alimenti da evitare Eliminare gli alimenti a base di farine raffinate, lo zucchero (saccarosio) e le preparazioni che lo contengono, la caffeina, gli alcolici, i prodotti industriali addizionati con additivi e/o contenenti acidi grassi trans, la carne e il pesce di allevamento, i piatti dei fast-food.
Limitare il consumo di salumi, insaccati, panna, burro, mascarpone, strutto, formaggi stagionati non biologici.

Integrazione alimentare
Complesso B 25 mg al giorno, in un’unica somministrazione al mattino, prima di colazione;
Bioflavonoidi 50-100 mg distribuiti nel corso della giornata lontano dai pasti e da bevande contenenti caffeina;
Vitamina E 10 mg al giorno;
Licopene 22 mg al giorno (250 mi di salsa di pomodoro in scatola ne contiene 37 mg);
Enzimiproteolitici 2 compresse al giorno lontano dai pasti;
Fermenti lattici vivi a elevata concentrazione di Lactobacillus acidophilus (dare la preferenza ai prodotti con un totale di 10 miliardi di cellule vive per opercolo): 2 opercoli al giorno lontano dai pasti.

Per aiutare la disassuefazione al fumo, può essere utilizzato il Calamo aromatico (Acorus calamus), sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce due volte al giorno, lontano dai pasti, diluite in 200 mi di spremuta d’agrumi (arancia, pompelmo rosa e limone), oppure in succo puro di mirtillo, o di mango e papaia.
Nelle persone particolarmente ansiose e/o sottoposte a stress psico-fisici prolungati può essere utilizzata VEscholtzia californica (parte aerea fiorita), sotto forma di estratto fluido, nella dose di 20 gocce due volte al giorno, lontano dai pasti, privilegiando le ore 18.00 e la sera, circa un’ora prima del riposo notturno. Questo preparato fitoterapia) può aiutare il paziente a ridurre il bisogno di ricorrere alla sigaretta, grazie alle sue proprietà sedative e calmanti sul Sistema Nervoso centrale.
Per migliorare la funzionalità epatica e facilitare i processi digestivi, al fine di aiutare a combattere i disturbi causati dal tabagismo, può essere utilizzato il Taraxacum officinalis (Tarassaco), sotto forma di estratto fluido nella dose di 20-25 gocce, diluite in un bicchiere di spremuta di pompelmo rosa, oppure d’arancia, due/tre volte al giorno, poco prima dei pasti
principali. È consigliabile non somministrare nei pazienti affetti da gastrite, ulcera peptica, litiasi biliare.

Nei casi in cui si manifestano inappetenza, astenia e disturbi digestivi (in particolare per aiutare l’azione depurativa “epato-renale”), è consigliabile assumere l’estratto fluido di Medicago saliva ( Alfalfa), nella dose di 20 gocce, diluite in poca acqua oligominerale naturale, due volte al giorno, prima dei pasti. Il preparato può essere assunto per tre mesi ed eventualmente effettuato a cicli con un periodo di circa 15-20 giorni di sospensione, fino al miglioramento del quadro clinico.
Per migliorare la funzionalità epato-biliare e aiutare il paziente a “disintossicarsi” può essere utilizzato il Pneumus boldus (Boldo), nella dose di 20 gocce, due volte al giorno, diluite in poca acqua, prima dei pasti.
Il Boldo non deve essere somministrato in gravidanza, nelle ostruzioni del dotto biliare e nelle epatopatie in fase avanzata.

Originally posted 2014-10-08 09:11:23.